Ho seguito, nella mia lunga ed appassionata carriera, ogni rivoluzione dell’informatica.

Molte sono state innovazioni tecnologiche, altre conseguenze inattese delle stesse. Poche sono state modifiche ai processi, tanto potenti da cambiare la visione stessa del mondo.

Il metodo agile, il lean, le startup, hanno cambiato profondamente i processi del fare impresa.

Oggi le aziende tradizionali combattano ed arrancano, inseguendo in una propria zoppa innovazione le startup.

Quando, nel 2016, Antonio Giarrusso mi propose di entrare nell’avventura di Userbot, mi ci gettai con tutta l’anima.

Questo comportò sacrifici enormi, per me e per la mia famiglia.

Fare startup è un rischio enorme: spendi la vita con il rischio di fallire ogni giorno.

In cambio Userbot mi ha dato tante piccole soddisfazioni: il progetto ha vinto tanti premi, raccolto denaro e fiducia negli investitori, affrontato con onestà e decisione tante difficoltà.

Oggi Userbot è un’azienda matura, che affronta la sfida più grande: scalare, in più lingue, su grandi mercati.

Io sono orgoglioso di lavorarci e di averla fondata insieme a dei soci incredibili, dei professionisti eccezionali.

E quindi ad userbot, e a questo mondo delle startup, sento di dire grazie.

Se ne volete sapere di più su USERBOT, andate qui.