Resta umile

Uno dei primi effetti sulla psiche del lavoro di consulente è il sopravvalutarsi.

Avete accumulato tanta esperienza al punto che il vostro know-how è diventato di grande valore: questo vi porterà a considerarvi in breve un Dio in terra della vostra specifica nicchia di conoscenza.

Non è così: tornate con i piedi per terra e restate umili: La vostra conoscenza non può che essere limitata: perfino nella vostra zona di comfort.

LEGGI TUTTO…

Fai dei follow-up sui progetti nei vari stage

La consulenza è finita, ma anche se non fate parte della realizzazione del progetto finale, occorre sempre ricontattare il cliente; sapere come procedono le cose e quali sono le criticità.

Non è raro scoprire che il progetto è bloccato e sia necessaria una ulteriore consulenza per risolvere: Non pensate che sia il cliente a richiamarvi in quel caso, probabilmente ha mille pensieri negativi e dà il progetto per spacciato. Quando una persona ottiene i finanziamenti o ci mette i suoi per un progetto, è più fragile che in altre fasi. Organizzare il team o implementare una soluzione esistente potrebbe sembrargli un ostacolo insormontabile.

LEGGI TUTTO…