Fai dei follow-up sui progetti nei vari stage

La consulenza è finita, ma anche se non fate parte della realizzazione del progetto finale, occorre sempre ricontattare il cliente; sapere come procedono le cose e quali sono le criticità.

Non è raro scoprire che il progetto è bloccato e sia necessaria una ulteriore consulenza per risolvere: Non pensate che sia il cliente a richiamarvi in quel caso, probabilmente ha mille pensieri negativi e dà il progetto per spacciato. Quando una persona ottiene i finanziamenti o ci mette i suoi per un progetto, è più fragile che in altre fasi. Organizzare il team o implementare una soluzione esistente potrebbe sembrargli un ostacolo insormontabile.

Arrivati a questo punto vi farete un sacco di domande: 

“è il caso che chiamo il cliente? non lo starò disturbando? non gli sto troppo addosso? in fin dei conti il mio lavoro è finito.”

La mia risposta è “sì, dovete farlo ed è indispensabile farlo per la vostra immagine professionale.”. Quando farlo? Io di solito applico questo schema:

  • Dopo tre settimane dalla presentazione chiamo il cliente e mi informo sull’inizio della lavorazione del software con le solite curiosità: Il team è stato formato? / La soluzione già pronta è stata installata? a che punto siamo? ci sono difficoltà? è stato tralasciato qualcosa? qualcosa non è chiaro?
  • In caso di progetto software da realizzare ex-novo ogni sei settimane occorre contattare il cliente e chiedergli come procede lo sviluppo, che difficoltà si sono incontrate, se qualcosa è da modificare nel piano originale e richiede analisi.
  • A conclusione del lavoro ricordatevi di contattare il cliente, complimentarvi con lui per il percorso fatto e chiedergli la domanda fondamentale: Sei passato dall’incubo al sogno? 
  • Se la conclusione dei lavori prevede un evento pubblico o una festa, cercate di esserci: se il progetto è riuscito è merito anche vostro.

Il lavoro può anche per varie ragioni non concludersi e fallire. In questo triste caso non abbandonate il cliente e fatevi risentire dopo brevi periodi; evitate di abbandonarlo o potrebbe risentirsi e gettare la colpa su di voi, causando danni alla vostra immagine professionale.

Il mio metodo è in pratica finito qui, ma vi lascio un’ultima raccomandazione: ricordatevi di Essere umili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *