pexels-photo-6532362

Il “Nobel” della robotica.

Quando mi interesso ad un argomento, generalmente, lo faccio nella sua interezza: trovo necessario sapere gli aneddoti oltre alla tecnologia, la storia oltre le tendenze. Considero importante e necessario conoscere e rispettare il passato per affrontare il presente.

La storia, guerre puniche comprese, è estremamente importante.

Interessandomi di robotica, ho cercato i maestri, partendo da un amico di Isaac Asimov, Joseph F. Engelberger.

Il premio a lui intitolato raccoglie i nomi delle migliori menti della robotica dal 1977 a oggi.

Vediamo alcune note biografiche, dal sito del premio:

Joseph F. Engelberger, un fisico, ingegnere e uomo d’affari americano, è stato responsabile della nascita di una delle industrie più importanti e di impatto, ottenendogli il riconoscimento globale come padre della robotica.

Nel 1956, Engelberger incontrò l’ingegnere e inventore americano George C. Devol a un cocktail party in cui i due hanno discusso le filosofie dei robot dello scrittore Isaac Asimov e il dispositivo di trasferimento di articoli programmato in attesa di brevetto di Devol. Engelberger ha identificato il dispositivo come un robot, il primo in assoluto, e ha concepito come potrebbe essere utilizzato nella produzione, in particolare per svolgere lavori pericolosi per l’uomo.

Forgiando una partnership storica, Engelberger ha iniziato a lavorare con Devol per sviluppare il suo dispositivo robotico. Nel 1957 Engelberger convinse Norman Schafler, CEO di Condec Corp., la società madre di Consolidated Controls, una società fondata e diretta da Engelberger, a finanziare lo sviluppo dell’invenzione di Devol.

Nel 1959 fu sviluppato il primo prototipo di robot – l’Unimate #001 – e Engelberger si impegnò immediatamente a convincere i principali produttori americani dell’industria automobilistica dei suoi vantaggi. General Motors è stata la prima a interessarsi, installando l’Unimate #001 sulla sua linea di produzione nel suo stabilimento di pressofusione di Trenton, nel New Jersey, nello stesso anno. Questo evento monumentale ha rivoluzionato la produzione e ha segnato la nascita dell’industria robotica.

Nel 1961, una volta che il suo partner George Devol depisitò il brevetto statunitense n. 2.988.237 per la sua invenzione robotica, Engelberger fondò Unimation Inc., una filiale di Condec Corp. Situata a Danbury, Connecticut, è stata la prima azienda del suo genere. Nel 1966 Engelberger ampliò la distribuzione di Unimation a livello internazionale. Concedendo licenze a Nokia e Kawasaki Heavy Industries (ora Kawasaki Robotics) del Giappone per produrre e commercializzare l’Unimate, Engelberger ha inaugurato rispettivamente i mercati robotici europei e asiatici.

Leader globale riconosciuto, Engelberger ha presentato i suoi robot al pubblico di tutto il mondo, tra cui un’apparizione del 1966 al Tonight Show con Johnny Carson, dove ha guidato l’Unimate #001 in alcuni trucchi da salotto!

Nello stesso anno, ha introdotto i giapponesi alla robotica in una presentazione storica in Giappone che ha portato allo sviluppo del mercato asiatico della robotica.

Impegnato a identificare e sviluppare modi in cui i robot possono essere utilizzati per il bene dell’umanità, Engelberger ha ampliato la sua ricerca in un settore di nicchia che ha introdotto: i robot di servizio. Nel 1984 ha fondato Transitions Research Corp., che in seguito divenne HelpMate, per sviluppare modi in cui i robot potessero essere utilizzati in contesti di assistenza medica, in particolare al servizio della popolazione geriatrica.

Engelberger è anche un autore pubblicato. Tra i suoi numerosi lavori pubblicati ci sono il suo “Impatto economico e sociologico dei robot industriali”, Atti del primo Simposio internazionale sulla robotica industriale, pubblicato nel 1970 per celebrare questo importante evento; il suo libro che cambia il settore “Robot nella pratica: gestione e applicazioni dei robot industriali” (Springer, 1983), con prefazione di Isaac Asimov; e il suo libro “Robots in Service” (MIT Press, 1989).

Nel corso degli anni, Engelberger ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui diversi dottorati onorari; il Progress Award dalla Society of Manufacturing Engineers (1982); il Nyselius Award dell’American Die Casting Institution (1982); il Leonardo da Vinci Award dell’American Society of Mechanical Engineers (1982); e l’American Machinist Award (1982); Golden Omega Premio (1997). Nel 1984, Engelberger ha ricevuto lo stimato onore di diventare membro dell’Accademia Nazionale di Ingegneria. Nel 1986 è diventato membro della Connecticut Academy of Science and Engineering.

Per rendere omaggio ai contributi lungimiranti e instancabili del “Padre della Robotica”, nel 1977 la Robotic Industries Association (RIA) ha inaugurato l’annuale Joseph F. Premi Engelberger. Questo premio riconosce le persone che hanno dato un contributo significativo al campo della robotica, incarnando le filosofie umanistiche e gli obiettivi per il grande bene dell’umanità di primaria importanza per Engelberger.

Il premio Engelberger.

L’Engelberger Robotics Award è il più prestigioso riconoscimento mondiale nel campo della robotica. I premi vengono assegnati a individui per l’eccellenza nello sviluppo tecnologico, nell’applicazione, nell’istruzione e nella leadership nel settore della robotica. Ogni vincitore riceve un onorario di $ 5.000 e un medaglione commemorativo con la scritta “Contribuire al progresso della scienza della robotica al servizio dell’umanità”.

I premi riconoscono personalità eccezionali provenienti da tutto il mondo. Dall’inizio dei premi nel 1977, sono stati assegnati a 128 leader della robotica provenienti da 17 nazioni diverse.

Ecco la Hall of Fame:


2019
Morris, Catherine USA
Choset, Howie USA

2018
Litzenberger, Gudrun Germany
Østrgaard, Esben Denmark

2017
Pratt, Gil USA
Rus, Daniela USA

2016
Elkins, Dean USA
Day, Chia USA

2015
D’Andrea, Raffaello Switzerland
Kamen, Dean USA

2014
Cooper, Rory A, PhD USA
Brooks, Rodney A. USA
Kumar, Vijay USA

2012
Litt, Richard O. USA
Buehler, Martin USA

2011
Christensen, Henrik I. Denmark
Lindqvist, Åke Sweden

2010
Schunk, Heinz-Dieter Germany
Deming, Scott W. USA

2009
Felder, Robin A. USA
Hirose, Shigeo Japan

2008
Jin Oh, Kim Korea
Van Brussel, Hendrik Belgium

2007
Castner, Harvey USA
Hägele Martin Germany
Lavery, David USA
Krishnamurthy, Bala USA

2006
Haepp, Dr. Hans Josef Germany
Kopacek, Prof. Dr. Peter Austria
Ostby, Kevin USA
Boillot, Jean-Paul Canada

2005
Baroncelli, Arturo Italy
Tesar, Dr. Delbert USA
Jennings, Craig USA
Ejiri, Dr. Masakazu Japan

2004
Caretta, Renato Italy
Laurgeau, Claude France
Brown, Robert G. USA
de Smet, Pierre Belgium

2003
Munson, George E. USA
Bien, Zeungnam Zenn Korea
Muller, Stefan Germany
Townsend, William USA

2002
Burg, John USA
Nof, Professor Shimon Y. USA
Vincent, Donald A. USA
Whittaker, William “Red” USA

2001
Bekey, Dr. George A. USA
Kim, Sungkwun Korea
Stäubli, Anthony Switzerland
Tanie, Kazuo Japan

2000
Duncheon, Charlie USA
Goldberg, Dr. Kenneth USA
McFarlane, Dr. James Canada
Woerner, Klaus* Canada

1999
Helzerman, Thomas H. USA
Inoue, Hirochika Japan
Monnin, Phillip V. USA
Tarn, Dr. Tzyh-Jong USA

1998
Holland, Steve USA
Potok, Guy USA
Somalvico, Marco Italy
Stoddard, Kenneth USA

1997
Eicker, Dr. Patrick J. USA
Giralt, Dr. Georges France
Rueping, John USA
Waldron, Dr. Kenneth J. USA

1996
Bargar, Dr. William USA
Paul, Dr. Howard USA
Dario, Professor Paolo Italy
Reis, Walter Germany
Vukobratovic, Professor Miomir Yugoslavia

1995
Kanade, Professor Takeo USA
Kikuchi, Koh Japan
Morecki, Dr. Adam Poland
Potter, Ronald USA

1994
Breu, Gerhard Switzerland
Buchi, Felix Switzerland
Carlisle, Brian USA
Coiffet, Dr. Philippe France
Hirzinger, Professor Gerhard Germany

1993
Demark, Stelio Switzerland
Lefebvre, Richard R. USA
Paul, Dr. Richard USA
Trevelyan, James Australia

1992
Craig, Dr. John USA
Mittelstadt, Eric USA
Rossol, Lothar USA
Schraft, Dr. Rolf D. Germany

1991
Beecher, Richard C. USA
Lane, Jack D. USA
Umetani, Yoji Japan

1990
Burckhardt, Christof W. Switzerland
O’Hara, John USA
Shimano, Dr. Bruce E. USA
Weisel, Walter K. USA

1989
Kato, Ichiro Japan
Polcyn, Stanley J. USA
Will, Peter USA
Yonemoto, Kanji Japan

1988
Abu-Akeel, Dr. Hadi USA
Fabrizi, Prof. Daniele Italy
Weichbrodt, Bjorn Sweden

1987
Arnstrom, Dr. Anders* Dauch
Richard E.* Inaba, Dr. Eng. Seiuemon

1986
Roth, Dr. Bernard Scheinman
Victor Wagner-Bartak
Dr. Claus G.J.

1985
Brock, Tom E.
Dipietro, Frank A.
Makino, Dr. Hiroshi

1984
Albus, James Bracco
Cesare Tanner

1983
Estes, Vernon E.Heginbothan
Professor Wilfred B. Rosen
Dr. Charles A.

1982
Devol, George Marshall
P. William Warnecke
Dr. Hans-Jurgen

1981
Ando, Tsuneo
Diponio, John
Dunne, Maurice

1980
Hohn, Richard E. USA

1979
Molaug, Ole Norway

1978
Kirsch, Jerry USA

1977
Hasegawa, Professor Yukio Japan

Attingerò a piene mani dalle ricerche dei premiati per i prossimi articoli.

Lascia un commento