pexels-photo-10622582

2022

Primo giorno dell’anno. Non farò bilanci inutili sulle visite del blog o sui risultati sul lavoro.

Ho nuovi interessi, tante cose che mi stimolano e di cui vi parlerò, riguardo a AI, robotica e metaverso.

Ho aumentato la cerchia dei miei affetti, e consolidato quelli esistenti. Trovo questa la cosa più importante, ogni anno.

Ho fatto progressi ed avuto stop. Normale. Ho sbagliato e chiesto scusa, come sempre. Ho aiutato tutti ad essere un millimetro più avanti.

Ho letto e studiato tantissimo. La fame di nuove informazioni è la mia dipendenza. Spero di poter rendere appetibili tutte le informazioni che raccolgo e trasmettervele, come riesco, nel mio piccolo.

Ho avuto rivelazioni di ogni genere. Migliorato i miei processi personali, quelli della nuova azienda, perfino quelli nella mia mente.

Ho reso abitudine quello che prima sembrava straordinario, senza troppo sforzo.

Se il me dell’anno scorso, ipercritico com’è mi guardasse, darebbe un parere senz’altro positivo.

Certo ho molto da finalizzare, rendere radice quello che è seme: ci sarà ancora tanto duro lavoro da fare.

Ma l’anno è iniziato oggi. Altri giro intorno al sole, altra corsa. Spero che sia un anno di liberazione. Spero che il virus svanisca, di cercare sorrisi e non mascherine per le strade sui volti

Spero che ci sarà una rappacificazione, anche per chi sta facendo il male, presto.

Spero ed auguro a voi le stesse cose. Buon 2022.

Lascia un commento