pexels-photo-5302805

I social, le mappe, la guerra

Nel mio lavoro, spesso si necessita di grandi moli di dati. Una fonte inesauribile di dati proviene dai social, da scraping degli stessi e dei siti web.

Queste immense moli di dati hanno consentito la creazione di cattedrali del natural language processing come GPT3 per esempio.

I social network ci accompagnano in ogni situazione, sia essa felice o infelice. Ci hanno accompagnato negli anni tragici della pandemia ancora in corso, ci stanno accompagnando nelle cronache terribili della occupazione armata Russa in Ucraina.

Alcuni strumenti comuni sono stati usati in modo organizzato per fornire un’informazione capillare e di prima mano sul conflitto.

Una mole di dati inedita per una guerra: la prima guerra sbattuta in prima pagina non solo sui media tradizionali ma anche sui social network.

Qualcuno ha cercato anche di raggruppare i dati, i filmati, le immagini e le testimonianze geograficamente, classificandoli per gravità e mostrandoli sulla mappa.

All’indirizzo web https://maphub.net/Cen4infoRes/russian-ukraine-monitor trovate il lavoro di Cen4infoRes, accludo la spiegazione tradotta di cosa la mappa interattiva rappresenta:


Mappa Russia-Ucraina Di Cen4infoRes

La mappa Russia-Ucraina è uno sforzo crowdsourcing del Centre for Information Resilience (https://twitter.com/Cen4infoRes), Bellingcat, Conflict Intelligence Team e della più ampia comunità open source per mappare, documentare e verificare incidenti significativi durante il conflitto in Ucraina.

L’obiettivo del nostro lavoro è fornire informazioni affidabili al mondo.

Il contenuto viene registrato in un database centrale in cui il materiale viene archiviato per un uso futuro da ricercatori, giornalisti e organismi di giustizia e responsabilità.

Per ulteriori informazioni su questo sforzo, visitare: https://www.bellingcat.com/news/2022/02/27/follow-the-russia-ukraine-monitor-map/

COS’È QUESTA MAPPA

I pin su questa mappa rappresentano incidenti o eventi raffigurati attraverso video, foto o immagini satellitari e sono stati sottoposti a verifica per identificare dove e quando è stata scattata.

Il contenuto è stato anche contrassegnato con un livello di violenza per indicare il livello di contenuto grafico che si vede nei link – tienilo a mente quando visualizzi il contenuto.

Alcuni dei pin su questa mappa potrebbero avere posizioni randomizzate entro 150 metri per mantenere la sicurezza di coloro che hanno prodotto il contenuto.

Per metterti in contatto con noi, invia un’email a osint@info-res.org

Legenda

I marcatori verdi indicano il movimento e l’accumulo di risorse militari.

I marcatori gialli indicano altri filmati

I marcatori arancioni indicano prove di spari, bombardamenti, bombardamenti o esplosioni

I marcatori rossi indicano vittime civili, danni alle infrastrutture e perdite militari


Un simile strumento di OSINT (Open Source Intelligence) potrebbe essere elaborato da reti predittive, in cerca di strategie evasive per il salvataggio di civili e per la pianificazione della resistenza sul territorio.

Nel frattempo che qualcuno lo appronta il sistema può comunque essere analizzato nel dettaglio da esseri umani e dare informazione certa sulla situazione del conflitto a tutti noi.

Conflitto a cui spero sia posta presto fine con la punizione esemplare del folle che l’ha iniziato.

Lascia un commento