popcorn-movie-party-entertainment

La commedia

Sarà capitato anche a voi quello con la richiesta assurda: quello che vorrebbe rifare TikTok, magari con poco budget, che crede sia un’idea geniale, che ha avuto solo lui.

Lui che vive vendendo profilati d’alluminio, in Veneto. Lui che come si fa impresa vera lo sa.

Mica è un gioco come internette vendere l’alluminio, è una cosa per veri uomini.

Per questo sfonderemo: io sono uno che si è perso lo stampo, mica come sti ragazzini.

Il “pitch” del Musk Veneto.

Generalmente annuso questi personaggi dall’inizio e li riesco a schivare per tempo: purtroppo a volte succede che è impossibile, che te li raccomanda un cliente abituale, e ci caschi.

Una volta che sei finito tuo malgrado ad assistere ad una commedia, tanto vale prendere i pop-corn, ascoltare il patron d’impresa, non discuterne inutilmente gli assunti ridicoli.

La prima consulenza diventa un monologo del personaggio, che incanalerà una serie di assurdità confezionate con l’ignoranza. Tutto in modo arrogante: perché sa tutto lui.

Lui è nell’industria dei profilati in alluminio.

Generalmente tento di svicolare con la modestia, dicendo che per progetti così importanti io non sono la persona adatta: rivolgiti ad Accenture, fidati di me.

Alcuni rinunciano e diranno a tutti che sei incapace ma modesto, una brava persona, umile, che si spaventa delle idee geniali.

Nulla in confronto a quello che direbbe se ti ci fossi confrontato dicendogli quante baggianate ha elencato in un’ora.

Altri, i peggiori, ti incalzeranno e vorranno perpetrare il delitto. In questo caso lo spettacolo è finito: concorda il massimo della tariffa e soltanto la verità, nient’altro che la verità nell’analisi.

La consulenza. Un lavoro unico. Bellissimo.

Lascia un commento