moon-landing-apollo-11-nasa-buzz-aldrin-41162

La luna, di nuovo!

Tra circa una settimana, il 29 Agosto, Artemis I compirà delle orbite lunari senza equipaggio.

Un primo passo verso la ripresa delle missioni umane sulla luna.

Avevo sei anni quando John Glenn andò nello spazio, ne avevo tredici quando Armstrong e Aldrin sbarcarono sulla Luna. Ricordo che mio padre mi bisbigliò, assistendo al lancio della capsula Mercury nel 1962: “Quest’uomo porterà l’America nello spazio, la nostra nuova frontiera”. Non ho mai dimenticato la frase e la ripeto oggi a John, l’uomo del cielo e senza età, che tutti invidiamo. Fu mia madre, invece, a dirmi il 20 luglio 1969: “Questa notte, la luna non tramonterà”. Nel living room della mamma, dove c’era una piccola tavola rotonda con caffè e dolcetti per tutti, quei giorni feci nella mia testa migliaia di allunaggi. Da allora, mi reputo un uomo delle stelle, che ama l’avventura dello spazio!

Tom Hanks

Ho scritto in passato di quanto lo spazio mi abbia fatto sognare, nella realtà come nella fantascienza.

In Coding Apollo ho parlato del passato: di un listato enorme che girava su un computer che oggi non useremmo nemmeno dentro alla nano-sim di un telefono.

Ho parlato di una programmatrice eccezionale che ha fatto la storia: Margaret Hamilton.

Adesso si farà, finalmente, la storia di nuovo: esploreremo la Luna, presto perfino Marte. Mettendoci i piedi sopra.

Ormai stiamo per partire!

Le dotazioni di bordo consentiranno stavolta di seguire a tutti i noi le missioni minuto per minuto, sul sito web della Nasa, sezione AROW.

Sarà possibile addirittura fare il download delle effemeridi.

Siete pronti ad una nuova avventura lunare in altissima definizione ed aggiornata in tempo reale?

Lascia un commento