img_1985

Un corvo

Parlavo relativamente da poco di AI generative e cinema e oggi leggo un articolo che parla di uno dei primi tentativi: il corvo, un cortometraggio che ha vinto il Festival di Cannes.

Un artista di nome Glenn Marshall ha dato un’occhiata al potenziale delle AI generative nel cinema e ha creato questo cortometraggio.

The Crow

L’artista di Belfast ha recentemente vinto il premio della giuria al Festival dei cortometraggi di Cannes per il suo film AI The Crow.

Ero entrato pesantemente nell’idea del trasferimento in stile AI usando i filmati video come fonte

Glenn Marshall, intervista a TNW

“Quindi ogni giorno cercavo qualcosa su YouTube o siti di video stock e cercavo di fare un video interessante astratto o trasformandolo in qualcosa di diverso usando le mie tecniche.

È stato durante questo periodo che ho scoperto Painted su YouTube – un breve film di danza live action – che sarebbe diventato la base di The Crow”.

Marshall ha alimentato i fotogrammi video di Painted to CLIP, una rete neurale creata da OpenAI.

Ha poi invitato il sistema a generare un video di “un dipinto di un corvo in un paesaggio desolato”.

Sinceramente il risultato è un’opera intellettuale che non mi entusiasma particolatamente, ma di sicuro valore.

Un primo passo comunque, verso una nuova cinematografia che ci farà sognare come la vecchia e con forse un punto di vista nuovo e non umano.

Lascia un commento