pexels-photo-1586996

Non diventare CTO

Ieri mi è stato chiesto di scrivere una “guida” a come si diventa CTO, però non sono sicuro di voler compiere un simile delitto, di costringervi ad una vita di studio, lavoro e sacrifici.

Il CTO in teoria è quello che guida l’azienda verso le scelte tecniche e tecnologiche. Detta così sembra una passeggiata di salute, ma la dura realtà è spesso molto diversa.

Nel modello delle startup di prodotto software per esempio, è molto difficile che il CTO faccia soltanto il CTO, è quasi sempre un team leader, un kanban master, uno psicologo, un architetto del software, uno scrittore di analisi, occasionalmente se serve, sviluppa pure.

Agevolo un video di Elio che spiega bene il ruolo del CTO in una startup:

Siete ancora sicuri di voler fare il CTO? Non credo potrete partire da una grande corporation, dovrete farvi le ossa, essere stati sviluppatori, studiare sempre, avere un grande background tecnico, saper come funziona un’azienda, saper negoziare con gli altri C-Level.

Essere stati sviluppatori, e perfino team leader non vi basterà, il lavoro è soprattutto manageriale, progettuale e strategico. Il prodotto dal punto di vista tecnico sarà nelle vostre mani e nelle vostre responsabilità.

Non vi basterà aver studiato informatica, molte cose dovrete impararle con l’esperienza, il lavoro, gli errori. Dovrete sforzarvi tanto, non dormire molto, aggiornarvi in continuazione, indovinare quali strategie sono giuste per far scalare il prodotto, da dove hostarlo fino a quali soluzioni di alto livello sono necessarie, in accordo con tutti gli sviluppatori.

Dovete imparare ad ascoltare i developer, dal senior allo junior, e cercare di ottenere il meglio dalle idee di tutti.

Dovete essere il ponte che collega il resto dell’azienda con lo sviluppo del software, questo vi obbliga anche a mettere i sacchetti di sabbia e minare il ponte, perché gli scontri prodotto-sviluppo sales-sviluppo e marketing-sviluppo saranno all’ordine del giorno. Dovrete impegnarvi per rendere tutti egualmente infelici tra i C-Level ed essere estremamente pragmatico.

Ieri mi è stato chiesto come diventare CTO: cosa che non so perché lo sono diventato naturalmente, grazie ad una grande reputazione tecnica e buone capacità di negoziazione. Partire dalla gavetta penso sia uno dei requisiti: fate le fasi da junior a senior, diventate team leader, e qualcuno vi proporrà la scalata ai C-Level.

Il mio consiglio comunque è quello del titolo: non diventate CTO.

Lascia un commento