pexels-photo-6063622

Multiverso, metaverso, fediverso e gobboverso.

Oggi ho visto un film un po’ controverso, come tutti i film Marvel post-avengers classici. Godibile e divertente ma chiaramente sotto ai film che hanno fatto la storia del Marvel Cinematic Universe.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia non mi ha dato le emozioni dei vari Avenger, ma mi ha comunque fatto divertire e passare qualche ora spensierata.

Ne ho bisogno in questo periodo in cui il lavoro incombe stressante.

La mia vita pare avere un verso: non una direzione, un suffisso. Mi divido tra metaverso e fediverso.

Nel titolo ho messo anche una cara amicizia con Gabriele Geza Gobbo: il suo gobboverso è composto da lui stesso, dalla trasmissione televisiva in syndication ormai dappertutto FvgTech e dalla sua rivista omonima che sta per avere una nuova edizione. Mi sento onorato della sua amicizia e fortunato di averlo incontrato in un’intervista qualche anno fa.

Le due istanze del fediverso, https://orwell.fun e https://misskey.social non mancano di dare soddisfazioni e discussioni a Pierluigi e me. E le buone discussioni portano bene. Portano a cose promettenti.

Ho sempre la fissa del metaverso: lo vedo come un metafediverso e sono lieto di aver coniato questo strano neologismo. Quantomeno sarà a lungo primo ed unico nella SERP di Google.

Ho fatto anche qualche esperimento nel poco tempo libero che mi resta, nonostante il lavoro intenso. Vi darò notizie presto spero.

È stata una bella serata: verso la felicità.

One thought on “Multiverso, metaverso, fediverso e gobboverso.

Lascia un commento