pexels-photo-6072511

Meglio chiedere perdono che permesso

Molti, quando è necessario fare qualcosa in azienda per cui non si è stati esplicitamente delegati, preferiscono attendere il permesso e lasciare la questione sospesa: niente rischi di sbagliare, i danni per l’inazione non sono loro responsabilità in fin dei conti.

Nonostante l’atteggiamento sopra descritto non sia punibile, è criticabile.

La colpa ovviamente è del management che non è abbastanza presente, che non ha dato le deleghe corrette, che non ha instaurato un clima di fiducia nel team.

Io dico sempre che è meglio chiedere perdono che il permesso.

Se vi trovate in una situazione limite, in cui ritenete che un intervento che non rientra nelle vostre deleghe sia da eseguire, se nessuno meglio di voi può farlo al posto vostro, fatelo.

I casi in cui combinerete un casino sono meno frequenti di quelli in cui risolverete la situazione.

Ed in ogni caso in azienda non è possibile causare danni irreparabili: altrimenti l’azienda è costruita sulla sabbia.

Questo vale per interventi tecnici e di supporto: evitate di misurarvi senza permesso nella comunicazione aziendale, nella gestione della crisi sui social e tutto ciò per cui non è fatto il dipartimento IT.

So che a volte è dura: magari qualcuno parla male della vostra azienda sui social o cose simili, e volete intervenire.

Non fatelo: c’è chi sa gestire la crisi meglio di voi e al posto vostro.

Contattate in azienda chi sa farlo e dategli tutte le informazioni del caso.

Lascia un commento