pexels-photo-3771083

Pong

Oggi il buongiorno di Alexa festeggia i 50 anni del famoso antesignano di tutti i videogame: Pong di Alan Alcorn

Non so bene perché Alexa lo festeggi oggi: Wikipedia dà il 29 novembre 1972 come data di pubblicazione.

Per fare Pong nel 1972 serviva un ingegnere elettronico più che un programmatore: fu scelto Alan Alcorn.

Il gioco è puro divertimento fatto con quasi niente: qualche linea sullo schermo una “pallina” con cui si gioca. Due potenziometri per muovere le racchette, anch’esse dei segmenti sullo schermo catodico di una TV in bianco e nero.

Pong

Quando ho iniziato ad andare nelle sale giochi io, pong non c’era più: ne ho giocato diversi cloni su console di ogni genere.

Avrei voluto però giocarci su questa bellissima versione da sala originale:

Arcade Pong

Oggi siamo circondati da giochi incredibili, ogni giorno ci avviciniamo sempre più ad una realtà immersiva alternativa in campo ludico.

Pong però ha ancora qualcosa da insegnarci.

Pong è un manifesto Lean creato quando lean non c’era.

Ogni elemento del gioco è la semplificazione all’estremo del concetto a cui si ispira.

La sua interfaccia è immediata e chiunque sa giocare prima di averlo fatto.

Quando portate avanti un progetto pensate ad ogni passo come ad una Semplificazione.

Prendete esempio da pong. Un videogioco fatto con quasi nulla di quello che conosciamo oggi.

Quando l’idea sarà stata validata potrete far diventare Pong una cattedrale. Ma non prima.

Lascia un commento