Essere indipendente

soprattutto da se stessi!

Tutti abbiamo le bollette da pagare, quindi la tentazione di anteporre i propri interessi, anche in buona fede, a quelli del cliente potrebbe sembrarvi una buona idea; invece no: impoverirete soltanto il cliente e la vostra immagine pubblica. E se il cliente può riprendersi dall’eventuale danno, voi no: rischiate di essere bollati per sempre.

La mia esperienza come consulente è andata avanti negli anni attraverso lo strumento del passaparola di clienti soddisfatti. Non che io sia perfetto; alcuni avranno da ridire comunque sul mio operato; con alcuni potrei aver commesso degli errori. Ma nessuno potrà mai dire che ho anteposto i miei interessi alle sue necessità. 

Tutto questo che significa? Significa che dovrete cercare in ogni modo di essere fedeli al vostro cliente, scegliendo per lui la soluzione migliore per costi e benefici. Non significa che non possiate usare il vostro team se ne avete uno o i vostri collaboratori più fidati, nelle successive fasi del percorso. Significa che dovete controllare tutte le alternative possibili per il miglior risultato del prodotto finale che il cliente attende, e selezionare le migliori da proporre. Per esempio se durante l’analisi cercate soluzioni esistenti e ce n’è una che calza a pennello per il cliente, sarà inutile proporgli di svilupparne una più costosa e con meno “esperienza” di quella presente. Se siete indecisi tra più soluzioni o pensate che il cliente voglia comunque valutare una soluzione ad hoc proponetele entrambe, senza farvi tentare di sostenerne una perché semplicemente incasserete di più.

Questo atteggiamento avrà riscontri positivi in voi ed intorno a voi: non sottovalutatelo.

Bene: ora che vi ho fatto la morale sul vostro comportamento sul lavoro, passiamo a parlare di nuovo del cliente:

Fornire al cliente gli strumenti.


 

One thought on “Essere indipendente

  1. Che dire? Sta uscendo un Vademecum unico nel suo genere. Da leggere e rileggere ogni giorno. Grande Ricardo! E…. grazie per l’esperienza condivisa. Ti ho lasciato la mail ma non mi skiaffare in un funnel dove un BOT mi rompe le palle 4 volte a settimana please 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *