Evitare ambiguità e generalizzazioni nei requisiti

Questo è uno step di controllo, ma assolutamente necessario: avete completato gli ultimi due passi relativi a Elencare i requisiti funzionali e complementari. Questi due task relativamente complessi portano in loro il germe della generalizzazione: tante cose da dire in poco tempo.

Potrebbe esservi sfuggito qualcosa di importante che si ripercuoterà poi sul lavoro d’analisi negativamente: riprendete quindi il testo della vostra analisi e per ogni funzionalità fatevi le seguenti domande:

  • Questa funzionalità è assolutamente necessaria per il goal in oggetto? (evitiamo di ingrassare il software di cose superflue)
  • è spiegata in modo puntuale e finito? (ogni punto dell’analisi deve essere chiaro e comprensibile)
  • è essa stessa una macchina finita? deve auto-descriversi senza errori o possibili interpretazioni.
  • è nel posto giusto? è dipendenza o competenza di un altro goal?
  • è una funzione “prima”? è divisibile ancora per altre funzioni concettualmente o è già abbastanza semplice? 

Dopo essermi posto queste domande sul nostro progetto pilota, ne ho realizzato una versione con piccole modifiche: questo progetto è una esercitazione molto semplice; su uno più complesso avrei trovato molte più modifiche da apportare dopo aver risposto alle domande qui sopra.

Allego come di consueto il documento di analisi che ho appena modificato. 

Ora dovremo fare una piccola stima del software e dell’hardware necessario.

Lascia un commento