28c6cdf868425a1fc49b421b4a6c762a

I goal.

Nella prima fase dell’analisi noi stessi potremmo non avere le idee pienamente chiare: occorre schematizzare le necessità del software che si deve realizzare. A questo punto la “magia dell’analisi” si dirama nei metodi e varietà di strumenti più originale: mind maps, lavagne, post-it attaccati ad un muro, Trello, documenti elettronici di qualsivoglia natura. 

LEGGI TUTTO…
a8cdec4583f3b02d0255a5fd506a3493

La pratica dell’analisi

Nel mio metodo per l’analisi del software, vi ho parlato del lato più romantico dell’analisi: non mancano però i lati pratici e tecnici che renderanno la vostra analisi precisa, fino a consentire una progettazione pragmatica del software e a portare chiarezza in ogni fase analitica e progettuale.

La pratica dell’analisi è mutata parecchio con gli anni, dal metodo a cascata fino all’agile development.

Premessa personale

Io sono contrario alla navigazione a vista e preferisco che l’analisi sia un testo sempre presente in tutto il ciclo di sviluppo del software, un documento compiuto ma allo stesso tempo non dogmatico che consenta di tenere il timone dritto fino alla consegna di ogni fase.

LEGGI TUTTO …