pexels-photo-546819

VSCODE sul browser

Per chi come me affronta periodi di nomadismo digitale, tutti i tools di sviluppo che possono essere utili allo scopo, ed altri per altri compiti, stanno anche sul mio iPad Pro.

Ne ho scritto lo scorso 10 Ottobre: Lavorare con iPad Pro

Vscode è una grossa mancanza, e l’unica alternativa per averlo ad ogni costo su iPad, è metterlo su una macchina virtuale e usarlo in remoto.

In questi giorni è uscito Vscode.dev: una versione di Vscode totalmente basata sul browser.

Migliora un po’ le cose ma ancora non ci siamo del tutto.

La soluzione “solo browser” su iPad ha ovviamente grandi limitazioni rispetto al Vscode nativo sul mac, le più importanti sono:

  • Il browser dell’iPad non consente, al momento, di aprire cartelle di file locali, quindi o si uploadano nell’ambiente uno per volta (follia) o si usa un repository GitHub remoto in alternativa.
  • Gestisce come fonte soltanto GitHub, c’era da aspettarselo, e questo tira via la possibilità di usare GitLab, spesso presente nelle pipeline di lavoro aziendali.
  • Non c’è il terminale.

Grosse limitazioni dunque, ma questo con la giusta pipeline CI/CD, un server dev su cui provare il codice in esecuzione, un terminale separato per il server e un po’ di fantasia si aggira, lo faccio già usando Textastic, Working Copy e Secure Term.

Vscode.dev su iPad si usa abbastanza agilmente, non ha problemi di performance e tutto sommato non lascia desiderare la versione Mac più di tanto.

Un altro tassello verso il coding “vero” su iPad Pro.

Lascia un commento