pexels-photo-5463105

Elon, dov’è il tuo robot?

Siamo arrivati al 2022, certo è l’inizio potreste obiettare, ma dalla presentazione del TeslaBot ad oggi, non si è visto nulla, un prototipo, un video, un brevetto depositato, un rumor per una prossima presentazione.

Il Personal Robot di Tesla dovrebbe essere commercializzato quest’anno, ma, come Musk ci ha abituato da tempo, l’annuncio è stato lontano dall’essere veritiero. Il TeslaBot è frutto più di fantasia che di realtà e, anche se qualcosa nei laboratori più oscuri sarà stato fatto, siamo lontani anni dalla sua messa in vendita.

Io naturalmente tifo a favore: vorrei vedere un Personal Robot in casa mia quest’anno. Temo però che non sarà Tesla a soddisfare la mia sete di cibernetica.

Le alternative possibili sono modelli già esistenti, ma meno entusiasmanti, oppure costruirsi da soli un robot opensource, che, se sarà più imbranato del Tesla, almeno sarà figlio nostro e quindi bello per definizione.

Come nella corsa allo spazio, amazon non entusiasma con il suo cane robot Astra, tendendo a partire sempre da progetti più piccoli, inadatti a noi visionari.

Ora Elon per non disattendere totalmente l’annuncio dovrà ri-annunciare qualcosa, magari di sperimentale, un prototipo ingombrante in stile Boston Dynamics, e inadatto all’uso casalingo.

Almeno per evitare di perdere la faccia.

Mentre SpaceX pare viaggiare a gonfie vele, tra missioni spaziali e lanci di starlink, la sorella Tesla non sembra essere in grado di soddisfare le aspettative, né sulla guida autonoma, né sull’uscita di camion e altri modelli, né sulla robotica personale.

Forse aziende così innovative dovrebbero avere concorrenti più moderni, efficienti ed al passo con loro. Grandi player del mercato dei computer o dell’automotive, potrebbero iniziare a fare una concorrenza seria, aumentando la qualità dei prodotti e riducendo i tempi di ricerca e sviluppo: se inseguiti si corre di più, è cosa nota.

E voi, quando pensate che vedremo il robot Tesla in casa?

Lascia un commento