pexels-photo-1036645

Verso il metaverso

Per fare un albero ci vuole un fiore: così per andare nella direzione auspicata di un metaverso occorrono degli strumenti, che al momento non sono ancora sufficienti per l’adozione di massa.

Per raggiungere un’esperienza immersiva occorre infatti avere l’hardware: e questo hardware è attualmente molto lontano dalle necessità delle persone comuni.

Gli occhiali per la realtà virtuale sono scomodi, ingombranti: se vogliamo un metaverso funzionante e funzionale, serve uno strumento che sia leggero, in grado di passare facilmente dall’esperienza di virtual reality a quella di augmented reality, e perfino alla trasparente e pura realtà.

E deve costare poco.

Attualmente possiamo contare soltanto sugli schermi dei nostri device: questo riduce molto l’esperienza: il metaverso è una rappresentazione tridimensionale che vediamo sui nostri schermi.

Questo non ci impedisce di lavorarci e di iniziare con i nostri metaversi personali: molte aziende stanno facendo ricerca in tal senso, alcune hanno già dei prodotti in vendita anche se su specifiche nicchie: per esempio ho scritto di Coderblock in Metaversi fantastici e dove trovarli.

La tecnologia più promettente per l’adozione di massa è collegata al WWW ed è il webGL. Il supporto ormai è abbastanza diffuso in tutti i browser, le schede grafiche necessarie sono modeste: non possiamo pensare ad una diffusione di massa se servono migliaia di euro di hardware a persona.

I maggiori editor 3D di videogame, Unity e Unreal forniscono supporto al webGL anche se trovo le loro soluzioni un po’ legnose per il web, e spesso si finisce per realizzare tutto senza.

Ieri mi sono imbattuto in un progetto open source molto promettente: WebGL Studio, un editor abbastanza completo che genera webGL utilizzabile nelle nostre comuni applicazioni web.

Demo Coding WebGLStudio

Il miglioramento di strumenti del genere, con librerie di oggetti, materiali, generatori di avatar, e con interfacce più dirette al pubblico, potranno fare la differenza per la diffusione di metaversi personalizzati: il metaverso deve essere personalizzabile ed allo stesso tempo facile da usare.

Una demo di cosa si può fare con webGLStudio, qui: https://webglstudio.org/demos/global/

Presto avremo belle sorprese, anche italiane, riguardo a editor sempre più user-friendly per il metaverso, ne sono certo.

Lascia un commento